"Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare"  G. Falcone
 

La Strage di Capaci fu l'esito dell'attentato esplosivo compiuto da Cosa Nostra il 23 maggio 1992, sull'autostrada A29 a pochi chilometri da Palermo, per uccidere il magistrato antimafia Giovanni Falcone. 

Oltre a lui vi morirono altre quattro persone: la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro.

Questo terribile evento rappresenta per molti un punto di svolta nella coscienza civile del fenomeno mafioso. Per mantenerne viva la memoria, anche l'Aula 1 del Palazzo delle Scienze è dedicata a Giovanni Falcone.

Per maggiori informazioni su Giovanni Falcone, leggi la sua biografia sul sito della Fonazione Falcone.